Campionati Mondiali: Budapest – Auber e Marsaglia chiudono undicesimi!


Il loro obiettivo era entrare in finale ai Campionati Mondiali e questa mattina Gabriele Auber e Lorenzo Marsaglia lo hanno centrato; questo pomeriggio hanno affrontato la loro prima finale iridata con il piglio di chi non ha nulla da perdere e tutto da imparare.

Non avevano ambizioni di medaglia, ma rispetto al mattino hanno iniziato la gara decisamente meglio, migliorando notevolmente i tuffi obbligatori; sono purtroppo inccappati in un errore al primo tuffo libero, il piú difficile, il triplo avvitamento e mezzo rovesciato. 

Si sono peró ripresi subito e sia il triplo e mezzo avanti, il doppio e mezzo con due avvitamenti ed il doppio e mezzo ritornato sono stati ottimi; i due azzurri hanno concluso la loro esperienza mondiale all’undicesimo posto con 368,64 punti, migliorando cosí il piazzamento mattutino.

La sfida per il podio é stata intensa: la Cina con Cao Yuan e Xie Siyi, la Gran Bretagna con Jack Laugher e Chris Mears, la Russia con Illia Zakharov e Evgenii Kuznetsov, ma anche la Germania con Feck e Hausding, l’Ucraina con Oleg Kolody ed Illya Kvasha e gli Stati Uniti con Sam Dorman e Mike Hixon, tutte coppie che potevano puntare ad una medaglia.

I primi a “mollare” sono stati proprio i campioni olimpici in carica, Laugher e Mears che proprio come questa mattina hanno sbagliato il doppio e mezzo avanti con tre avvitamenti. A sorpresa poi é toccato ai cinesi nel triplo e mezzo indietro: all’ultimo tuffo tutto poteva ancora succedere!
La gara é stata decisa con il quadruplo e mezzo avanti!

Ucraina: 96 punti, Gran Bretagna: 80 punti, Stati Uniti: 62 punti, Russia: 100 punti ed infine Cina: 88 punti!

Grande vittoria, meritatissima per Kuznetsov e Zakharov che oggi hanno saltato benissimo, sfoggiando dei tuffi eccezionali: 450,30 punti che li hanno portati alla loro prima medaglia d’oro mondiale! La coppia cinese si é dovuta “accontentare” della medaglia d’argento con 443,40 punti e poi un’altra coppia europea, l’Ucraina con 429,99 punti, a chiudere il podio!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*