Campionati Mondiali: Budapest – Batki e Verzotto a un passo dal sogno!


Prima finale per i Campionati Mondiali di Budapest: Maicol Verzotto e Noemi Batki sono stati tra i protagonisti dei tuffi sincronizzati misti dalla piattaforma.

Medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Kyiv proprio quest’anno, i due azzurri ci hanno fatto sognare per tutta la gara, in cui hanno “combattuto” con le migliori coppie del mondo.

Se la vittoria dei cinesi Ren Qian e Lian Junjie non é mai stata in dubbio, hanno addirittura fatto meglio dei loro predecessori a Kazan 2015, le restanti posizioni sul podio erano abbastanza aperte. Russia (Minibaev/Timoshinina), Gran Bretagna (Lee/Toulson), Canada (Benfeito/Murray), Corea del Nord (Kim/Hyon), Australia (Bedggood/Wu) e Italia erano tutte coppie papabili per una medaglia.

E cosí é stato: argento e bronzo sono stati decisi all’ultimo tuffo, dove tutte le coppie in lotta hanno eseguito il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo. 

A sorpresa ha preso il comando la coppia giapponese (Murakami/Itahashi), per poi essere scalzata dalla Corea del Nord; la Russia ci ha provato, ma un’imprecisione nell’entrata li ha portati in terza posizione. 

É stato il turno dei nostri azzurri, per passare momentaneamente al comando servivano ben 77 punti, tanti, ma comunque possibili con un tuffo eccellente; lo sapevano sia Maicol che Noemi, sapevano che si stavano giocando un post sul podio dei Mondiali e forse la tensione é stata eccessiva.

La Batki ha affrettato un pó i tempi di stacco, anticipando Verzotto e finendo scarsa; per gli azzurri “solo” 55 punti parziali, l’undicesima posizione e molta delusione sui loro volti. Ma da parte di chi scrive non hanno nulla da recriminarsi: sono stati bravissimi per tutta la gara, ci hanno creduto e sono arrivati vicinissimi all’obiettivo. Purtroppo é arrivato l’errore, che peró non sminuisce affatto la loro bellissima prestazione.

Ren Qian e Lian Junjie hanno fatto il loro super tuffo e hanno stravinto, poi l’ultima coppia in gara, i britannici campioni d’Europa in carica hanno stravolto la classifica, scalzando dal secondo posto la Corea e buttando fuori dal podio la Russia con uno splendido avvitamento indietro da 79 punti.

Noemi e Maicol non vi abbattete, in questa specialitá potete ancora dare tanto!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*